Feldenkrais Fitness, video 2

Sei uno sportivo e voi migliorare le tue performances? Ottenere uno swing più fluido e preciso? Potenziare la tua nuotata? Essere più veloce sugli sci? Trovare più comodità a cavallo? Correre più facilmente? C’è il programma SmartFitness di MovimentoSano, l’allenamento intelligente  che integra corpo e mente per un training funzionale globale: ottimizza le tue abilità senza sforzo e senza i rischi di dolori, contratture, usura e tensioni. Guarda il video con il tutorial 1 di SmartFitness per migliorare la torsione e, se vuoi approfondire, scarica l’ebook gratuito SmartFitness. Scoprirai un modo all’avanguardia e innovativo per migliorare le tue abilità grazie al training funzionale neuromuscolare basato sul Metodo Feldenkrais e sulle ultime scoperte della neuroscienza in fatto di plasticità cerebrale: come acquisire consapevolezza per un corpo intelligente!

Atleti ed equilibrio fisico

Quando gli atleti forzano per migliorare le loro prestazioni, in genere forzano i loro limiti e può essere pericoloso, con rischio di lesioni o dolori che vengono considerati come inevitabili, mentre invece non dovrebbe essere così.  Abituarsi a forzare i propri limiti per oltrepassarli fa perdere il contatto con se stessi e la capacità di gestirsi, con danni non soltanto fisici, ma anche emotivi e psicologici. Con la convinzione di non essere abbastanza bravi e di non potercela fare, con un senso di frustrazione, di insoddisfazione, fino alla depressione. Per uscire da questo circolo vizioso si può sostituire a un allenamento fatto di sforzi un allenamento intelligente, il che significa acquisire una consapevolezza corporea a livello sensorimotorio.  Ecco un consiglio pratico che puoi provare durante il tuo allenamento: se senti che stai forzando fermati un momento, senti il tuo respiro, senza alterarlo, osserva semplicemente il movimento che crea in te, così da sintonizzarti col tuo corpo, senza ignorare lo stress, la fatica e le emozioni e i pensieri connessi. Nota le sensazioni fisiche, toccati nelle parti che senti tese. Quando riprendi l’allenamento, cambia qualcosa nel modo di eseguirlo, prova anche a fare appositamente degli errori: trattieni il respiro, serra la mandibola.. poi lasci andare e senti la differenza quando ti muovi senza le tensioni. Oppure fai soltanto l’inizio dell’azione, fino al range di comodità, per sentire cosa fai, come, quali parti si muovono; o ancora, visualizza il movimento nei suoi dettagli e poi riprova… ci sono tante strategie affinché al cervello arrivino nuove informazioni da poter elaborare per  inviare nuovi e più efficaci messaggi ai muscoli.

Scarica gratis l’ebook SmartFitness dal portale Piuturismo. Se ti interessa il programma SmartFitness contattami e chiedimi tutti i chiarimenti che vuoi.